Piccole stazioni

RAIL TRANSPORT SYSTEM
WITH
AUTOMATIC GUIDED WAGONS

In queste stazioni si opererà prevalentemente gestendo singoli carri in arrivo o partenza, essendo scarsamente probabile la necessità di composizione di convogli.

L’utilizzo principale può essere quello per il carico/scarico di mezzi gommati su un “carro intelligente” per la cui operatività occorre semplicemente la presenza di una rampa di carico/scarico  o di un carro elevatore ferroviario alla quale il carro si accosterà automaticamente.

Si pensi ad esempio all’uso di un carro tipo Wippen (Wippenwagen) modificato (upgrade a carro intelligente), che consente il trasporto di semirimorchi fino a 3 assi sia con pneumatici gemellati che singoli.

 



Carro Wippenwagen, il carro è dotato di un ponte mobile bidirezionale che permette, nella posizione alta, il passaggio del semirimorchio da un vagone all’altro e, nella posizione bassa, l’alloggiamento del rodiggio del semirimorchio ad un’altezza di 410 mm dal piano dei binari.

 

L’operazione può avvenire in tutta sicurezza anche presso una stazione non presidiata, in quanto l’accosto del singolo carro alla rampa per permettere l’operazione di carico/scarico del mezzo gommato, sarà gestito dal “sistema di stazione”, su richiesta del soggetto interessato che avviserà della sua disponibilità al ritiro/consegna comunicando credenziali autorizzative.

Ad integrazione si può anche prevedere:

L’eventuale presenza un piccolo magazzino in prossimità del binario di sosta, permetterà la gestione di “collettame”, permettendo operazioni di carico/scarico ad uno spedizioniere (Poste o altro privato) ottimizzandone la logistica.


Esempio di un vecchio magazzino, ormai in abbandono, da poter rifunzionalizzare.

 

Ad integrazione si può anche prevedere:

La presenza o l’installazione di un carroponte per la gestione di containers sarà economicamente sostenibile solo se il territorio circostante esprime una domanda adeguata o, alternativamente la movimentazione di containers, se richiesta, potrà essere eseguita solo da operatori che dispongono di loro mezzi per il trasbordo.



Esempio di installazione di un carroponte a Minucciano (Lucca) da poter integrare
al sistema di gestione COELDA.
L'infrastruttura consentirà di alleggerire le strade di collegamento tra la Garfagnana e Sassuolo (MO) dagli oltre 15 mila camion che ogni anno le percorrono, con notevoli benefici per il sistema della mobilità, l’ambiente, l’occupazione, la sicurezza stradale e gli abitanti dei centri attraversati.
Fonte http://www.fsnews.it

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie, anche di terze parti.