Carico gommati

RAIL TRANSPORT SYSTEM
WITH
AUTOMATIC GUIDED WAGONS

Il nuovo carro progettato da Coelda sarà in grado, a differenza degli attuali carri ribassati standard, di caricare un semirimorchio senza l’ausilio di ulteriori mezzi di banchina. Ciò sarà reso possibile istallando sullo stesso un pianale transitabile costituito da una pedana mobile in grado di colmare il dislivello tra il piano ribassato e quello dei respingenti. In posizione normale, la pedana, rimane abbassata per permettere l’utilizzo del carro anche per caricare containers, mentre viene sollevata durante l’operazione di carico/scarico del gommato.

Inoltre potranno anche essere installate tutte le tecnologie elettro-meccaniche per la commutazione da carro tradizionale a carro intelligente (sistema frenante, il sistema di trazione alimentato a batterie, sistemi di sensoristici, ecc)

 

 Carro ribassato con pedana autolivellante

Integrazioni alle infrastrutture

Rampe fisse

Le rampe, in linea con i binari, saranno attrezzate con una pedana ribaltabile che con modalità automatica sarà posta in posizione verticale in assenza del carro, commutandola in orizzontale allorquando il carro è accostato alla rampa per permettere il passaggio del mezzo gommato.



Rampa di carico/scarico con pedana

Poiché in fase di scarico il mezzo caricato si deve presentare alla motrice sempre dal lato corretto con il quale operare l’accoppiamento motrice-semirimorchio, si rendono necessarie, per garantire sempre l’operatività nello scalo, almeno due rampe con direzione di accostamento opposto, affinché sia sempre possibile operare dal lato corretto. Il carro su cui è caricato il mezzo si accosterà solo alla rampa che permette l’operazione di scarico.



Schema esemplificativo infrastrutturazione

Altra infrastrutturazione necessaria per l’operatività con modalità non presidiata, è l’installazione di un sistema per la rilevazione automatica della sagoma del carro dopo il carico del mezzo, onde autorizzarne l’inserimento in un convoglio per il trasporto.

Rampe mobili

Alternativamente alla realizzazione di 2 rampe fisse, laddove gli spazi per le manovre risultino limitati, è prevista la realizzazione di un carrello rampa automatico.

Il nuovo carro sarà in grado di muoversi autonomamente e una volta giunto alla posizione di carico abbasserà una della rampe di raccordo per permettere all'autoarticolato di salire sempre a marcia in avanti. Successivamente la rampa di raccordo si solleva e viene azionato in meccanismo di sollevamento della pedana, una volta che la pedana giunge a livello si riabbassa la pedana di raccordo al carro e l’autotreno viene guidato a marcia indietro sino al raggiungimento della posizione idonea ad azionare il sistema di carico sul carro.

 

 

Operativamente:

In fase di carico

Su richiesta di un operatore (potrebbe essere lo stesso autista della motrice del mezzo da trasportare), verificate le credenziali delle autorizzazioni al carico del semirimorchio, si farà pervenire un carro scarico (o parzialmente scarico se doppio) presso la rampa di carico.



Fase I - richiesta di carico e arrivo del carro

Si abbasserà la pedana presente sulla rampa che si adagerà sul carro e si alzerà la pedana presente sul carro creando così la continuità del percorso di carico.

L’operatore, in retromarcia, provvederà a caricare il semirimorchio sul carro effettuando poi il disimpegno della motrice bloccando il semirimorchio, con l’apposito gancio della sua parte anteriore, al carro dove sarà presente il dispositivo di bloccaggio analogo a quello presente sulla motrice, con rilevazione sensorizzata.



Fase II – abbassamento rampa e carico rimorchio

Fuoriuscita la motrice, si provvederà ad abbassare la pedana, abbassando così il semirimorchio nella giusta posizione per il trasporto. Un ulteriore dispositivo di bloccaggio sarà fissato ai punti di ancoraggio del semirimorchio, permettendone la regolazione con il livellamento della sua altezza.



Abbassamento pedana transitabile e sollevamento rampa

In fase di scarico

In carro da scaricare, su richiesta di un operatore (anche l’autista della motrice che dovrà prelevarlo per il trasporto), viene fatto pervenire presso la rampa, dal lato corretto, con le modalità prima indicate.

Verificate le credenziali autorizzative dell’addetto, si abbasserà la pedana della rampa, si sbloccherà il semirimorchio dai suoi ancoraggi e si solleverà la pedana presente sul carro, creando il percorso di prelievo per la motrice.

La motrice si accosterà al semirimorchio, lo aggancerà e lo scaricherà dal carro.

Particolarmente significativa è la considerazione che gli scali abilitati potrebbero essere anche piccole stazioni presso le quali si potrebbe effettuare la movimentazione anche se le stesse stazioni non sono presidiate in quanto le autorizzazioni al carico e scarico di mezzi può essere controllata telematicamente agendo sul posizionamento della pedana di carico della rampa in base alle richieste ad alle autorizzazioni.

 

RISORSE/VIDEO SIMULAZIONE

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie, anche di terze parti.