Home

RAIL TRANSPORT SYSTEM
WITH
AUTOMATIC GUIDED WAGONS

Analizzando le modalità con cui oggi si gestisce il trasporto merci sulla rete ferroviaria, si è cercato di individuare le criticità che fanno sì che oggi, per il trasporto merci, si privilegi quello effettuato su gomma a scapito di quello su rotaia.

Le componenti che penalizzano la modalità di trasporto ferroviaria sono essenzialmente:

Flessibilità:

La possibilità di poter inviare merce tramite ferrovia dipende dalla disponibilità di un convoglio che effettui le consegne richieste ed è legata alle stazioni di partenza ed arrivo del convoglio. Nella maggior parte dei casi, i convogli vengono formati nella stazione di partenza ed arrivano intonsi alla stazione di arrivo, da dove solo successivamente saranno smistati, senza ottimizzare le consegne dei singoli carri. 

Velocità:

Le consegne affidate al vettore ferroviario scontano la disponibilità di un convoglio, avvengono spesso con tempi che non sono ritenuti accettabili dai clienti, e non sono proponibili soluzioni di trasporto ferroviario in particolar modo allorquando la stazione di arrivo e/o partenza è molto distante dal punto di consegna e/o non esiste lo scalo merci e quindi non può essere interessata da operazioni di movimentazione.

Costi:

E’ conveniente solo quando le stazioni di partenza e di arrivo sono distanti mentre, per i brevi tragitti o per piccoli scali (per i quali generalmente non sono neanche possibili logisticamente per carenza di uffici merci), i costi non sono competitivi.

 La soluzione ideata supera tutte le difficoltà prima descritte, invertendo completamente sia il modo di concepire le modalità di trasporto, sia la modalità con cui si utilizzano le linee ferrate.

Nel modo di gestire il trasporto merci brevettato, è la domanda di trasporto a generare i convogli e non la disponibilità del convoglio a generare la domanda.

Per far ciò è stato necessario concepire un sistema che con modalità estremamente economiche, permette di soddisfare velocemente la domanda di trasporto.

Il sistema ideato, per poter essere attivato, non richiede alcun nuovo intervento sulla rete ferroviaria esistente. Richiede solo la realizzazione del carro merci “intelligente” e della piattaforma con il sistema di comunicazione fra i vari sistemi di controllo e gestione presenti a livello centrale, sul convoglio, sui carri e nelle stazioni.

L’elevato livello di automazione permette di non necessitare di interventi di personale addetto presso le singole stazioni, riducendo i costi di gestione del servizio.

In sintesi con il nuovo sistema:

  1. Si realizza un nuovo sistema di comporre i convogli, agendo direttamente sui carri che sono gestiti da una piattaforma informatica senza interventi operativi di alcun operaio.
  2. Si rende possibile l’utilizzo di ogni stazione ferroviaria per il prelievo o la consegna di carri ferroviari senza che vi sia bisogno di un ufficio merci, personale o altre infrastrutture particolari.
  3. Si ottimizza l’utilizzo delle linee ferrate, in quanto le stesse sono adoperate “on demand”, allorquando una tratta è disponibile.
  4. Non è necessario effettuare alcun tipo di intervento sulle linee ferrate, sempreché le stesse dispongano già di scambi automatici per la commutazione dei binari gestiti da una centrale di controllo remota.
  5. Non si altera in alcun modo la modalità di trasporto attuale. Si affianca ad essa senza creare alcuna interferenza. I convogli formati nel nuovo sistema non avranno alcuna differenza di modalità di conduzione. Quello che cambia è la gestione della movimentazione dei singoli carri che però non incide sulle modalità operative della gestione del traffico merci tradizionale.
  6. E’ necessaria la progettazione e realizzazione di un nuovo carro merci (o alternativamente l’upgrade dei carri attuali), che abbia caratteristiche che lo rendano gestibile da un sistema informatico.
  7. E’ necessaria l’implementazione di una piattaforma informatica di controllo e gestione a più livelli (Centrale, Stazione, Convoglio, Carro) che si interfaccia e dialoga con la piattaforma informatica del gestore della rete ferroviaria.
  8. E’ estremamente semplice affiancare l’attuale gestione delle linee, con una gestione on-demand della disponibilità temporale all’utilizzo di un certo tratto di linea, senza interferire con i convogli pianificati con il sistema tradizionale.

 

 

 

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie, anche di terze parti.